Nordic Walking - NordicaCheTiPassa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Nordic Walking

PRESENTAZIONE

___DOVE E QUANDO SI PRATICA___

Primo punto di forza del Nordic Walking è il poterlo praticare ovunque, dalla città alla campagna, collina, montagna, spiaggia, parchi, argini e palestre, su terreni tipo asfalto, sterrato, erba, sabbia o neve.
Secondo punto di forza del Nordic Walking è la libertà di praticarlo durante tutti i mesi dell’anno senza soluzione di continuità, unico accorgimento sarà quello di adeguare l’abbigliamento alla stagione.
Da non confondere il Nordic Walking con il Trekking il quale viene invece praticato abitualmente su sentieri in alta quota che presentano poca omogeneità di terreno e pendenze ripide, al contrario del Nordic Walking che richiede invece sentieri con pendenze che si aggirino tra il 4 e 8% in modo da poter sfruttare al massimo l'ampiezza del movimento e la continuità del passo.

___LA STORIA___
La camminata con i bastoncini appare fin già dagli anni ‘30 ed era praticata quale allenamento estivo-autunnale dagli atleti scandinavi dello sci di fondo e della combinata nordica.
Negli anni ‘60, grazie all’allenatore svedese Bengt Nilsson, in Italia i fondisti azzurri, capitanati dall’olimpionico Franco Nones , iniziano la pratica del Nordic Walking.
Solo però nel 1997 che nasce ufficialmente il concetto originale del N.W., inteso come movimento di fitness fine a se stesso e sviluppato a livello mondiale con enorme successo.
Nel 2008 nasce la  Scuola Italiana Nordic Walking (SINW)

___LA TECNICA___
Il Nordic Walking  è  una camminata naturale alla quale viene aggiunto l’utilizzo funzionale di due bastoncini.
Bastoncini che hanno la funzione di spinta per coinvolgere il maggior numero di muscoli possibile al  fine di aumentare il dispendio energetico e per favorire un esercizio benefico a livello cardiocircolatorio.
Per ottenere comunque il massimo dei benefici ed avere la massima efficienza dai movimenti, la tecnica diventa determinante.
La Scuola Italiana Nordic Walking per l’acquisizione della tecnica corretta ha sviluppato una progressione tecnico-didattica che prevede 5 fasi di apprendimento:

1-  RILASSAMENTO E RECUPERO DELLA CAMMINATA NATURALE
L'importanza di essere rilassatied il recupero della camminata naturale rappresenta l'elemento fondamentale per sviluppare correttamente la tecnica del Nord Walking. I cui punti principali sono:
coordinazione alternata braccia-gambe
ampiezza di movimento delle gambe e delle braccia
rilassamento delle spalle e decontrazione muscolare nel movimento delle braccia
postura eretta
rullata del piede

2-  TECNICA ALTERNATA E SVILUPPO COORDINATIVO
L’uso corretto del bastoncino nell’avanzamento con la tecnica alternata e lo sviluppo coordinativo per acquisire la perfetta tecnica del Nordic Walking. Una serie di esercizi con i bastoncini faranno in modo che gli stessi diventino un utile compagno di viaggio e assolvino in modo perfetto la loro funzione di spinta. La coordinazione continua con l’utilizzo della tecnica a spinta parallela per sviluppare un ampiezza dei movimenti e facilitare l’apertura e chiusura della mano con l’uso del bastoncino.

3-  ELEMENTI POSTURALI
Nel Nordic Walking, con la giusta tecnica si riesce ad acquisire una posizione eretta durante la camminata in modo da scaricare tutte le tensioni dalla colonna vertebrale. L’utilizzo corretto del bastoncino ed una ottimale coordinazione braccia-gambe durante il movimento favoriranno il ricambio nutrizionale dei dischi intervertebrali favorendone la reidratazione e un afflusso di sostanze nutritive che ne ristabiliranno l’efficienza eliminando progressivamente i fastidiosi mal di schiena generati dalle scorrette posizioni che acquisiamo durante la nostra attività quotidiana.

4-  RESPIRAZIONE
La respirazione corretta diventa importante sia per il consumo energetico che per la prestazione fisica. Abituare ed allenare, con una serie di esercizi, la respirazione significa migliorare complessivamente tutto il movimento del N.W. e di conseguenza anche il proprio stato fisico.

5-  TECNICHE AVANZATE
Il Nordic Walking nella sua veste più sportiva viene impiegato con la corsa, balzi e saltelli e tutte le altre varianti che rendono il lavoro con i bastoncini un vero e proprio allenamento atletico.

___ABBIGLIAMENTO___
L'ideale sarebbe avere un vestiario tecnico con tessuti ultra traspiranti impermeabili e anti vento, che siano elastici in modo da consentire ampi movimenti senza ritrovarsi scoperti magari proprio sulla schiena. Non per ultimo con inserti catarifrangenti per le uscite serali o notturne.                  

___GUANTI___
per le mani più delicate e durante il periodo invernale possono essere usati degli appositi guanti con imbottitura tra pollice ed indice, lasciando libere le dita nella parte alta. Durante le uscite nelle giornate fredde non dimentichiamo che dopo pochi passi l'apertura e chiusura della mano sui bastoncini, attiva subito la circolazione portando calore

___SCARPE___
la scelta di una buona scarpa è fondamentale, l'ideale sarebbe quella da walking che supporta la rullata del piede

___CALZINI___
non meno importanti che devono essere molto aderenti e antiscivolo, onde evitare che facciano pieghe nelle calzature che porterebbero a sicure vesciche

___BASTONCINI___
nella scelta dei bastoncino va tenuto conto che è formato da tre elementi: L'ASTA, L'IMPUGNATURA-LACCIOLO, IL PUNTALE.
Andiamo per ordine:

___L'ASTA___
rappresenta il bastoncino nella scelta è da tenere presente il materiale di costruzione, la resiatenza, il bilanciamento la flessibilità, l'assorbimento del colpo durante l'impatto con il terreno. Il materiale di costruzione può essere in carbonio, fibra di vetro, alluminio.
Un bastoncino è ben bilanciato quando durante la fase di recupero in avanti si ferma immediatamente senza avere la tendenza ad avanzare ulteriormente. La flessiilità del bastoncino determina un buon assorbimento delle vibrazioni provocate dall'impatto sul terreno, per evitare a lungo andare problemi ad articolazioni e tendini del braccio

___L'IMPUGNATURA-LACCIOLO___
può essere in materiale plastico, sughero o pelle, il sughero è ottimo e in caso di temperature rigide non trasferisce completamente il freddo alla mano e ha un elevato grado di assorbimento del sudore.
Ormai quasi tutti i laccioli hanno un sinistro ed un destro, il consiglio è di acquistare quelli che fasciano molto bene la mano, separando addirittura il pollice dalle altre dita. La funzione veramente apprezzata di un bastoncino da Nordic Walking e che fa la differenza rispetto agli altri bastoncini è lo sgancio immediato del lacciolo dall'asta.

___IL PUNTALE___
generalmente è costruito in materiale plastico alla cui estremità è inserita una punta di metallo in vidia che serve a dare maggiore aderenza sui terreni più duri, dove le norrmali punte in acciaio non avrebbero molta tenuta e si consumano rapidamente. Per attutire l'impatto su terreni duri, evitando il fastidioso rumore conseguente, vengono utilizzati dei tamponi (pad) in gomma.

Torna ai contenuti | Torna al menu